Bloody money: inchiesta su rifiuti, affari e politica video 3

Video della inchiesta giornalistica Bloody money, del sito giornalistico fanpage.
Come commentare questi video, questa inchiesta? Nel resto del mondo crollerebbe la classe politica in un botto (non solo per quello che si vede, ma per il “sistema” che si intuisce essere comune e normale nella gestione del pubblico da parte della casta)

In italia si parla di altro, tv e giornali o ignorano la notizia o la danno frettolosamente, giusto per dire di averla data. Insomma, come al solito.
Possiamo solo ringraziare gli “eroi” di fanpage, che adesso si attireranno le ire di potenti (e pure della magistratura, incredibile ma vero, qui in bananaland) e di servetti dei potenti.
Noi, nel nostro piccolo, rimbalzeremo la notizia e i video per come potremo, abbiamo creato una categoria apposita per i video e news a riguardo: Bloody Money

“Dammi 50mila euro”: la valigetta che fa tremare la Regione Campania

link originale del sito fanpage >>

Nunzio Perrella, ex boss della Camorra, per anni ha gestito il traffico dei rifiuti in tutta Italia. Dopo 21 anni passati agli arresti domiciliari, è tornato ad essere un cittadino libero, e ha proposto allo Stato di infiltrarsi di nuovo nell’ambiente, scegliendo poi Fanpage.it per mostrare il diffuso sistema delle mazzette ai politici negli appalti per la gestione dell’immondizia e mettendo a rischio la sua incolumità e quella dei suoi familiari.

Dopo il primo filmato, in cui è tirato in ballo il nome di Luciano Passariello, candidato in Campania nelle prossime elezioni politiche, e il secondo, in cui dialoga con Roberto De Luca, figlio del presidente della Regione Vincenzo, oltre che assessore al Comune di Salerno, Nunzio Perrella, l’ex boss della Camorra infiltrato per Fanpage.it, incontra Biagio Iacolare, presidente del Cda di SMA Campania, e il suo mediatore, Mario “Rory” Oliviero, ex presidente del Consiglio comunale di Ercolano. continua >>

Start a Conversation

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Please insert the signs in the image: