Volunia – Un nuovo motore di ricerca tutto italiano, e social!

Che dire? Se ne sentiva la mancanza! E non faccio l’ironico, un motore di ricerca di qualità tutto italiano potrebbe portare a risultati migliori di quelli di google nel tempo, e cmq della concorrenza al blocco unico google (blocco di qualità, ma pur sempre in monopolio di fatto per ko tecnico di tutti gli avversari).

Per il momento purtroppo le ricerche non ci sembrano fantastiche, ma probabilmente miglioreranno col tempo, sono appena partiti. Interessante invece, per i patiti del genere, la community a tempo reale integrata. Ribadisco … per patiti del genere. Staremo a vedere, il campo dove imporsi è davvero difficile, ma l’idea originale (a me a dire il vero sembra una inquietante profilazione utente, se ci si iscrive coi propri dati, ma sarò paranoico, bah)

Qui potete vedere la conferenza stampa di presentazione: Massimo Marchiori presenta alla stampa il nuovo motore di ricerca volunia >> E qui andare al motore Volunia >>

E qui potete vedere i problemi tutti italiani che sta attraversando il suo ideatore … C’è baruffa su Volunia >> (sì … è quello della conferenza)

Infine, una ottima video recensione, per capirne subito tutti i segreti.

(Ma ve ne svelo un paio anche io. Non cliccate trends/top pages a me è uscita solo una tristissima pubblicità. E la mappa dei siti … è una chiavica. Del nostro portale capisce davvero poco e male. Almeno per ora)

Liberi di essere disabili – Marco Rasconi

Immaginatevi essere disabili e vivere in Italia, la nazione con meno senso civico al mondo … rubiamo perfino dalle mense dei bambini! Che ce ne frega a noi dei disabili … (almeno fino a quando non ne andasse uno al grande fratello …)

Clicca qui se vuoi scaricare questo video. Qui se vuoi scaricare l’audio mp3.

“Girare in una città grande come Milano, Roma o Torino, è complesso. Ancora mancano gli scivoli nei marciapiedi, ci sono delle persone che parcheggiano nei posti dei disabili, ci sono persone che parcheggiano senza pensare che stanno intralciando una via, obbligando persone come me a fare dei giri assurdi per trovare un modo per arrivare alla meta finale, che magari può essere un ufficio per un appuntamento di lavoro.” Marco Rasconi

Intervista a Marco Rasconi, Presidente UILDM della sezione di Milano