Mattia Calise

Ho fatto un sogno. Una persona giovane, onesta, capace che in Italia sale ad un posto di responsabilità.

Invece di fare il precario, friggere patatine, lavorare in nero, campare coi soldi dei genitori pensionati.

Invece di avere i soliti vecchi arnesi della politica, morti viventi implicati nelle peggio cose, i soliti lobbisti, loggisti, già visti.

Ho sognato che gli italiani si svegliavano e capivano che l’onestà e la giovinezza sono le prime risorse che servono in questo paese ormai vecchio e corrotto.

Provate a sognare anche voi con me il giorno delle elezioni

(Come sarebbe, eleggere una volta tanto un candidato onesto? Dai, solo per sentire cosa si prova)

La lettera inviata da Riina all’On. Berlusconi

E’ uscito un nuovo video polpettone di informazione del nostro amato eroe di quartiere Marco Travaglio. Come sempre tanto pesante da digerire quanto utile da ascoltare.

Lo so, Travaglio parla tanto, vomita informazioni, date, nomi e fatti a getto continuo. Sono tutte cose vere che umiliano l’Italia, che ci fanno stare sempre peggio d’umore. Meglio guardare il grande fratello e non pensarci? Io direi di no …

La storia di Wikileaks

Se anche voi come me siete interessati alla storia di Wikileaks e di Julian Assange potete trovare qui un interessante documentario (in inglese, sottotitolato in italiano) che spiega la storia e i retroscena del più famoso sito di informazione (vera informazione)

Personalmente credo che Wikileaks rappresenti un nuovo futuro per il genere umano, o almeno la possibilità pratica di avere un futuro diverso dalla spazzatura che ci hanno rifilato sin’ora governi e gruppi di potere mondiali. La libertà di informazione, anche sulle faccende più scabrose, ci renderà liberi. Ma c’è ancora tutta la strada da fare. Wikileaks è il primo, importante passo.

Non ci faremo mica prendere per il naso?

Chiarito che il nucleare in Italia e adesso è di sicuro sbagliato (e per chi ha un cervello la cosa è chiarita) bisogna oggi parlare di un altro tentativo di questo governo di prenderci per il naso (culo?)

Oggi il governo paaare fare un passo indietro sul nucleare. Hanno capito quello che la gente normale sa dal 1987? (precedente referendum)

 

Forse.

O forse no.

Forse stanno solo cercando di prendere 2 piccioni con una fava (58 milioni di polli con sta fava)

Che guadagni ha la maggioranza da questa nuova trovata? (o almeno ci spera)

1) Sperano di mandare all’aria il referendum. La gente, non più preoccupata per il nucleare, va al mare senza prima passare a votare e così intanto si fregano l’acqua e il legittimo impedimento.

2) Possono in qualsiasi momento dopo i referendum tornarne a parlare, tanto capirai se si organizza subito un altro referendum (che costano) e su un solo argomento.

Insomma, se non siete polli, se non vi piace la fava, andate a votare da bravini, che di svegliarmi fosforescente non ne ho mica voglia.