Ma il PD è un partito o una fabbrica di troll?

Sempre più incredibili le reazioni della casta al net, e al problema che rappresenta per i loro interessi il fatto che la gente possa liberamente scambiarsi informazioni.
Visto che il net non lo puoi bloccare, censurare, imbavagliare …. si prova con una altra tecnica: pagare troll per diffondere falsità contro il m5s.

Lo so, sembra incredibile, nonostante le denunce pubbliche di Grillo e di Travaglio non ci sicrederebbe che un partito importante come il pd ricorra a mezzucci così penosi e squalificanti …. ma pare sia tutto vero, lo confermano gli stessi portavoce del pd.

Ma veediamo meglio di cosa stamo parlando.

All’inizio erano i “motorini piddini” …..

Ora siamo arrivati a 2000 “spartani” che ammorbano i commenti del fatto quotidiano, del blog di Grillo, bacheche e blog vari di attivisti.

Simpatica la reazione di Renzi (che ha subito pure lui gli attacchi degli spartani “bersaniani” online) che ha creato il gruppo community degli ateniesi :-)

Personalmente credo che la casta abbia i giornicontati, pd e pdl in testa, ma fa sempre piacere vedere i veri interessi e metodologie di questa gentaglia per salvare le proprie flaccide e corrotte chiappe, da 30 anni poltronate a nostre spese ……

Ricerca google >>

Disinformazione sul m5s o incompetenza totale del net?

Davvero tanto incredibile quanto risibile, si rasenta il grottesco. Ultimo atacco al m5s, sul blog di Grillo si pubblicizzano i compro oro! Grillo guadagna dalla miseria!!! Peccato che si parla di un banner di una nota socetà di web advertising … la più nota (dai che la conoscete) e peccato che ruota lei le pubblicità in automatico, seguendo le parole chiave della pagina, quindi se uno parla di povertà in un post ovviamente arriveranno in automatico pubblicità su quell’argomento, rivolte a quella categoria.

Ma non è questa la cosa divertente e grottesca. Il divertente è che mentre leggevo questo entusiasmante articolo (di quei gran giornalisti di repubblica, che passano le ore a guardare i banner ruotati sul blog di Grillo, tanto in italia non ci sono scandali e notizie inportanti) rimbalzata su uno sdegnato sito … mi accorgo che il banner a centro pagina è … della stessa socetà di advertising … e c’è un … compro oro! Che campeggia al centro dello sdegnato articolo. Vedi capture schermoO anche (basta relodare la pagina e ruotano tutti heheheh)

Insomma, saranno incompetenti,  saranno i soliti spalafango dei potenti, io li ho trovati divertentissimi nella loro pochezza web.

Questi pirla leggono ancora i giornali …

Sentendo parlare politici in televisione (vabbè, vedo i video su internet) sento spesso parlare di giornali, quei fogli di carta fatti per avvolgere il pesce al mercato, e mi ritrovo a ridere pensando: ma questi leggono i giornali e ci danno pure importanza. Se la cantano e se la sonano, insomma (li finanziano loro … mica che qualcuno li compra e li paga, che follia! C’è il net …) Quindi, nel 2011, con valanghe di informazioni giornaliere che gareggiano sul net per l’anteprima su tutti di una notizia, si sgomitano per conquistare la visibilità su motori, blog, rss, aggregatori pubblici, giornali virtuali, home page, twitter, bacheche, social vari, bookmark pubblici, liste, archivi, top, e quant’altro il diavolo si inventerà, sti vecchi cialtroni stanno lì a leggere pezzi di carta incisi dai loro servi e pagati da noi per raccontare favolette e rassicurarli.
Che entrino in una loro bacheca, una volta nella vita, invece di appiopparla da gestire a qualche portaborse, aprano un blog con commenti attivi – e li leggano!, che annusino un pò in giro l’aria che tira su un aggregatore (liquida – okno – wikio) … magari si svegliano e si levano tutti dalle ….. (una badante non gliela negheremo mai)

I commenti in diretta delle elezioni